Il Maibaum (albero di maggio) è una grande festa popolare del primo maggio in particolare in Baden-Württemberg, Bayern e Austria.

tradizioni della Baviera, Maibaum a Monaco LaimIl simbolo di questa festa è appunto il Maibaum, questo tronco di legno decorato lungo diversi metri che viene issato il 1° Maggio ed è il simbolo della nuova stagione e delle sue promesse di abbondanza.

Attorno ad esso la festa impazza, tutti sono in gran fermento, molti indossano i loro abiti tipici, Dirndl (l’abito femminile) e Lederhosen (i pantaloni di pelle fino al ginocchio) la fanno da padrone.

In Baviera attorno al tronco del Maibaum sventolano nastri bianchi e azzurri che sono i colori della Baviera, in aggiunta sui suoi pioli spiccano gli stemmi delle associazioni artigiane locali.

La festa è accompagnata dalle note degli strumenti a fiato (Blasmusik).

Nelle bancarelle e nei chioschetti costruiti per l’occasione il cibo e i boccali di birra scorrono a fiumi.

In Baviera molti paesini hanno il loro Maibaum. Nella città di Monaco i quartieri più tradizionalisti hanno il loro.

Nel mio quartiere, Laim, quest’anno verrà allestito un Maibaum nella Laimer Anger (guardalo su Google maps).

Dopo tante controversie, da un lato chi sosteneva che un Maibaum non è cosa da grossa città, dall’altro chi reclamava orgoglioso un segno dell’importanza del proprio storico quartiere Laim, è stato deciso che Laim avrà il suo Maibaum al Laimer Anger a partire dal 1° maggio.

Per chi fosse interessato alle tradizioni della Baviera, sicuramente una visita alla festa è un’occasione da non perdere.

L’albero verrà tirato su e forza di braccia e decorato dai volontari durante la festa. Il pubblico seguirà la preparazione e soltanto i più robusti tra i bavaresi “veri” e quelli “acquisiti” ce la faranno ad arrivare a fine serata, magari un po’ brilli ma ancora in piedi.

Se vi trovate da me per qualche lezione privata di tedesco niente di meglio che aggiungere un pizzico di pura cultura bavarese e fare un salto al Laimer Anger, sono solo 5 minuti a piedi.